Distribuzione nel territorio

55,5%

La Regione Lazio ha la maggiore quota di annunci del primo trimestre nel Centro Italia

-1,9

punti percentuali di calo del Veneto tra il Q4-2019 e il Q1-2020

15%

degli annunci della famiglia Business sono relativi alla figura del Data Scientist negli ultimi quattro trimestri osservati

Analisi della domanda per territorio delle figure ICT

L’analisi in oggetto permette di osservare il settore economico, le figure professionali e la dimensione temporale in base alla loro distribuzione nelle regioni italiane.

Il primo grafico mostra la distribuzione degli annunci pubblicati negli ultimi quattro trimestri (2019-Q2 a 2020-Q1) nelle singole regioni. Ad eccezione di una netta predominanza della Lombardia (con una quota annunci pari al 35%), spiccano il Veneto (16%), il Lazio (11%) e l’Emilia Romagna con il 10%.

Successivamente, l’Osservatorio riporta una serie di dashboard che permettono al lettore di incrociare la dimensione territoriale con il settore economico, le figure professionali ed il tempo (trimestre). la prima mostra sia la distribuzione degli annunci nei macro-settori per l’intero territorio italiano, sia la distribuzione per macro-regione. Attraverso il pulsante corrispondente è possibile osservare i medesimi dati a livello di singola regione.

L’analisi per figura professionale, diversamente, mostra la distribuzione degli annunci nel territorio, sia nazionale sia macro-regionale e regionale. Si evidenzia, ad esempio, come la figura del System Analyst – nella famiglia Design – sia predominante in tutte le macro-regioni, con quote che vanno dal 42% del Nord-Est al 68% del Sud e Isole. 

Parimenti, la figura del DevOps Expert presenta una quota di maggioranza mai inferiore al 53% (Sud e Isole) con picchi del 60% nel Centro Italia, attestandosi quindi come la figura più richiesta nella famiglia Process Improvement. Stesso andamento per il Service Manager, figura di rilievo nella famiglia Technical. Tra le professioni emergenti, la figura del Mobile Specialist conquista in tutte le macro-regioni una quota mai inferiore al 32%.

Overview

Dashboard